Un thriller senza cattivi

Forse la definizione di thriller è esagerata per Il quinto evangelio di Mario Pomilio, romanzo pubblicato per la prima volta da Rusconi nel 1975, ma lo si può considerare il primo esempio di quel genere nel quale rientrano titoli ben più celebri come Il pendolo di Foucault di Umberto Eco o Il codice Da Vinci di Dan Brown. La cosa che mi ha più colpito di questo romanzo è che si tratta di un thriller senza cattivi.

La vicenda è costituita dalla ricerca del leggendario quinto vangelo, testo mitico le cui tracce riaffiorano nel corso dei secoli, che porterebbe a una nuova interpretazione del messaggio cristiano. Immaginate se un’idea del genere fosse venuta a Dan Brown anziché a Pomilio. Indovinate un po’ a chi avrebbe dato la parte dei cattivi… Invece nel romanzo di Pomilio le autorità della Chiesa Cattolica, di volta in volta interpellate in ogni epoca, invitano al massimo alla prudenza, a non trarre conclusioni affrettate sulla veridicità di questo presunto nuovo vangelo. Insomma, nessuno ci rimette le penne. A parte – va detto per onestà – fra Michele minorita, nel capitolo a lui dedicato. Ma resta il fatto che non c’è nessuna forza oscura che trama nell’ombra affinché il misterioso testo resti nelle tenebre del segreto.

Pomilio, insomma, gioca il suo plot tutto sul piano teologico. Non c’è un eroe alla ricerca della verità (ce ne sono molti, che si succedono nella Storia, semmai). Non c’è un antagonista che tenta di ostacolarli (non c’è, e basta). Ci sarebbe molto altro da dire su un romanzo come questo, ma volevo provare a fare un’osservazione che non avesse ancora fatto nessuno: e forse, sottolineando l’assenza di villains, ci sono riuscito.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...