Non leggete questo post

"Piscine. Notizie per l'élite" (Marzo 2011)Le strategie di comunicazione più sono smaccate e più funzionano. L’espediente di invitare qualcuno a leggere qualcosa intimandogli di non farlo funziona più spesso di quanto si creda. Prova ne è che voi ora state leggendo queste righe. Un altro modo di suscitare desiderio nel prossimo è quello riassunto nello slogan “per molti ma non per tutti” che credo sia stato coniato per qualche vino frizzante e poi è stato copiato da molti. Una strategia promozionale molto simile a questa è quella applicata da Francesco Pacifico e Cristiano De Majo per Piscine. Notizie per l’élite, primo caso – credo – di testata in cui i lettori, o meglio gli aspiranti tali, devono superare l’insindacabile approvazione del comitato di redazione prima di poterla ricevere e leggere.

Le modalità sono spiegate in dettaglio in una apposita pagina facebook (tranquilli, questa almeno è pubblica e potete leggerla anche se non siete iscritti a facebook). L’idea è che essendo Piscine una rivista che contiene notizie per l’élite possiate leggerla solo se dell’élite fate parte. Come fare per dimostrarlo? Dovete inviare al comitato di redazione una foto che provi la vostra appartenenza all’élite. Con magnanimità i redattori indicano alcuni temi guida, che riporto dalla pagina di cui parlavo prima:

1) il Richiedente alle prese con la cultura d’élite;
2) il Richiedente e i suoi strumenti di lavoro costosi;
3) il Richiedente alle prese con pratiche sessuali d’élite;
4) il salotto di casa del Richiedente o dei suoi genitori;
5) la piscina del Richiedente o dei suoi genitori con il Richiedente o i suoi genitori a mollo;
6) il Richiedente alle prese con vacanze d’élite;
7) il Richiedente in palese posizione di potere sul lavoro o in un qualsiasi momento del suo corso di studi (scuole elementari e medie, liceo, università).

La pagina facebook di Piscine contiene anche una sezione FAQ (anche se loro sono troppo elitari per ricorrere a questo acronimo plebeo e scelgono un titolo più sofisticato: “Dialoghi che avvengono con frequenza quando parliamo di Piscine”). Illuminante il seguente botta e risposta:

D: Come mai avete sentito il bisogno di fondare Piscine?

R: Perché siamo stanchi di riviste dirette dalla borghesia in cui la borghesia fa finta di non essere la borghesia ma una versione rarefatta del Popolo alla faccia del popolo. Non fidatevi di articoli sulla crisi scritti da chi ha la casa di proprietà / la piscina / il fondo e lo nega.

Bene. Dal momento che io non sono certo migliore della massa di cui faccio parte, anche io appena sono venuto a conoscenza dell’esistenza di Piscine ho sentito l’irrefrenabile impulso di riceverla. Ho allora inviato al severo comitato di redazione questa mia rarissima foto (che partecipa idealmente alla categoria n. 1 dei temi che ho citato sopra) che mi ritrae in compagnia di Samuel Beckett nel corso di una presentazione in libreria. Se verrò accettato sarò orgoglioso di darne qui comunicazione.

Federico Platania e Samuel Beckett

(Per chi non conoscesse né Beckett né me, Samuel Beckett è quello serio, col volto spigoloso e vestito di nero, mentre io sono quello più in carne con una improbabile felpa a righe di H&M).

 

Annunci

3 pensieri riguardo “Non leggete questo post

  1. ma è fantastico!bhè,come potevano non accettarti in compagnia di questo illustre?la cosa più bella è la tua disinvoltura.. 🙂
    voglio iscrivermi anche io!rovisterò tra qualche improbabile élitariata…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...