Il senso comune è collaborazionismo

Immagine tratta da collettivomensa.com

Di Jacopo Nacci ho avuto l’occasione di leggere le varie stesure di un romanzo ancora inedito, un’opera a mio giudizio davvero originale che spero di vedere pubblicata quanto prima. Nel frattempo, di suo, è uscito Dreadlock! Lo pubblica l’editrice Zona (ed è disponibile anche in formato ePub).

Dreadlock! è un compatto romanzo d’avventura con citazioni colte ben dosate, come accade nelle migliori sceneggiature di fumetti d’autore. Ci sono idee che sembrano semplici prestiti (come quella dei Laureati, che lì per lì pare solo una citazione di Point Break) e poi prendono corpo e vanno in profondità.

E poi ci sono passaggi come questo:

L’immaginario, pensa Matteo, è l’unica cosa che può raccontare ciò che abbiamo vissuto in questi anni; il senso comune, il senso da bar, è stato collaborazionismo, continuerà a essere menzogna; ciò che hanno spacciato per senso pratico era nichilismo; persino l’ironia ci ha precipitati nel baratro, e la logica, lasciata a se stessa, diventa strumentale.

Già.

(L’immagine è tratta da qui)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...