«Bambini esclusi» su Paese Sera

Per tornare al libro di Federico Platania e all’altro protagonista, Gabriele, in crisi di paternità, sentite come immagina la nostra Roma in un flashback emotivo: “Ho immaginato Roma cinquant’anni fa. I canneti intorno al Tevere, le palazzine che crescevano nel nulla, le strade polverose che si perdevano tra le rovine, il vino bianco a Frascati, le notti a via Veneto o in giro per i castelli. Il bagno a Ostia. Un film neorealista”. È una immagine che si fa sempre più lontana dal vero e che non vogliamo rischiare di passarvi un modello ritorno al passato (magari di fronte a un futuro problematico) quanto un tassello da preservare, un atto d’amore alla città che non preveda neppure soluzioni postatomiche.

Roberto Carvelli, nel suo pezzo Roma come modello mobile, apparso sull’edizione on line di Paese Sera, mette insieme una birra artigianale, un’inchiesta sulla mobilità a Roma e il mio ultimo romanzo, Bambini esclusi.

Fai click qui per leggere l’articolo completo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...