Cosa ho letto nel 2012

carta-e-kindleNel corso dell’anno appena passato il numero dei libri letti è stato, per me, nella media: 54 (nel 2011 ne avevo letti 57, nel 2010 52). La vera novità del mio 2012 di lettore, tuttavia, è stata l’utilizzo dell’e-book come mezzo alternativo. Se a gennaio scorso non avessi acquistato un e-reader probabilmente nel 2012 non sarei riuscito a superare il tetto dei 50 titoli letti. Avere un e-reader a portata di mano, invece, mi ha permesso di impegnarmi nella lettura anche in quei momenti e contesti in cui, con il solo libro di carta, avrei desistito (exempligratia: pressato tra gli altri passeggeri sul trenino affollato, quando alla stazione fa troppo freddo per tirare fuori tutte e due le mani dalle tasche, quando il volume cartaceo sarebbe stato troppo voluminoso per essere letto comodamente a letto, etc.). E ora, l’elenco:

  1. Franco Arminio, Cartoline dai morti (Nottetempo);
  2. Eugenio Baroncelli, Mosche d’inverno (Sellerio);
  3. Samuel Beckett, Malone muore (Einaudi [ebook]) – rilettura;
  4. Chiara Bertoglio, Logos e musica. Ascoltare Cristo nel bello dei suoni (Effatà);
  5. Inos Biffi, «Di luce in luce». Teologia e bellezza nel Paradiso di Dante (Jaca Book);
  6. Fabio Calenda, Rosso totale (Laurana);
  7. Roberto Carvelli, Jolanda (Chichili [ebook]);
  8. Caterina da Genova, Trattato del Purgatorio e altri scritti (Gribaudi);
  9. Gilbert K. Chesterton, Una gioia antica e nuova. Scritti su Charles Dickens e la letteratura (Marietti);
  10. Barnaby Conrad, Monte Schulz (a cura di), Guida di Snoopy alla vita dello scrittore (Omero);
  11. Don DeLillo, Rumore bianco (Einaudi [ebook]) – rilettura;
  12. Don DeLillo, Libra (Einaudi) – rilettura;
  13. Don DeLillo, I nomi (Einaudi) – rilettura;
  14. Don DeLillo, Body art (Einaudi [ebook]);
  15. Charles Dickens, Il circolo Pickwick (Treves [ebook]) – rilettura;
  16. Charles Dickens, Il naufragio della Golden Mary (Felici Editore);
  17. Emily Dickinson, Vi intreccerò in eteree collane (Fili D’Aquilone);
  18. Franco Donatoni, Antecedente X (Adelphi);
  19. Pierre Drieu la Rochelle, Fuoco fatuo (SE);
  20. Andre Dubus, Voci dalla luna (Mattioli 1885);
  21. Peppe Fiore, Nessuno è indispensabile (Einaudi [ebook]);
  22. Marco Franzoso, Il bambino indaco (Einaudi [ebook]);
  23. Neil Gaiman, Il figlio del cimitero (Mondadori);
  24. Michele Governatori, Carbonio (Terre Di Mezzo);
  25. Jean Guitton, Che cosa credo (Bompiani);
  26. Camillo Langone, La vera religione spiegata alle ragazze (Marsilio);
  27. Clarice Lispector, Vicino al cuore selvaggio (Adelphi);
  28. António Lobo Antunes, L’ordine naturale delle cose (Feltrinelli);
  29. Marco Lodoli, Diario di un millennio che fugge (Einaudi);
  30. Michele Mari, Fantasmagonia (Einaudi [ebook]);
  31. Giulio Mozzi, La felicità terrena (Laurana) – rilettura;
  32. Ruve Masada, Il principio della piramide (Adelphi);
  33. Henri Michaux, Le disavventure del signor Plume (Stampa Alternativa);
  34. Massimo Mila, Breve storia della musica (Einaudi);
  35. Haruki Murakami, 1Q84 (voll. 1 e 2, Einaudi [ebook]);
  36. Haruki Murakami, L’elefante scomparso e altri racconti (Einaudi [ebook]);
  37. Diego Novelli, ThyssenKrupp. L’inferno della classe operaia (Sperling & Kupfer);
  38. Piersandro Pallavicini, Romanzo per signora (Feltrinelli [ebook]);
  39. Ferruccio Parazzoli, Altare della patria (Il Saggiatore [ebook]);
  40. Christian Raimo, Il peso della grazia (Einaudi [ebook]);
  41. Domenico Scarpa, Storie avventurose di libri necessari (Gaffi);
  42. James Scott Bell, Plot and structures (Writer’s Digest [ebook]);
  43. Arthur Schnitzler, Doppio sogno (Adelphi);
  44. W. G. Sebald, Soggiorno in una casa di campagna (Adelphi);
  45. John Steinbeck, L’inverno del nostro scontento (Bompiani [ebook]);
  46. George Steiner, Grammatiche della creazione (Garzanti);
  47. Ugo Iginio Tarchetti, Racconti fantastici (Treves [ebook]);
  48. Giordano Tedoldi, Deep Lipsia (autoproduzione [ebook]);
  49. Nadia Terranova (con illustrazioni di Ofra Amit), Bruno. Il bambino che imparò a volare. (OrecchioAcerbo);
  50. Jules Verne, Ventimila leghe sotto i mari (Newton Compton [ebook]);
  51. David Foster Wallace, La ragazza dai capelli strani (MinimumFax [ebook]);
  52. David Foster Wallace, Il re pallido (Einaudi);
  53. David Foster Wallace, La scopa del sistema (Einaudi [ebook]);
  54. Alessandro Zaccuri, Dopo il miracolo (Mondadori [ebook])

4 pensieri su “Cosa ho letto nel 2012

  1. Anche io ho fatto il solito, piacevole bilancio annuale, ma non ho differenziato gli e-book da quelli cartacei, ci penserò. In ogni modo io sono ancora tenacemente attaccata a questi ultimi e leggo gli e-book a casa, al contrario di te. Per le situazioni esterne che citi tu, il mio rimedio è duplice: guanti e libri di piccole dimensioni.🙂
    Felicissimo 2013. Annarita

    1. Nel mio caso mi sono reso conto che si tratta soprattutto di una questione psicologica. Se so di avere l’e-reader nello zainetto o nella tasca del cappotto sono più propenso a dedicarmi alla lettura, anche se sto solo facendo la fila alle Poste o sono nella sala d’attesa del medico. Se invece il libro è di carta ci penso due volte, non so perché.
      Buon 2013 anche a te!

  2. Ma infatti. Bilanci io ne faccio mai, però dopo una resistenza iniziale, anche un po’ ideologica, penso che il 2013 sarà anche per me l’anno dell’acquisto di un ebook reader. Effettivamente ha i suoi vantaggi, e altrettanto effettivamente non preclude né l’acquisto né il godimento dei libri di carta. Si possono utilizzare entrambi gli strumenti e star sereni. Mi spiace solo [e molto] che probabilmente dopodomani le librerie scompariranno e al loro posto arriveranno ulteriori solarium o comproro o sale scommesse o sale massaggi con le vetrine oscurate. Ma spero davvero di sbagliarmi. Intanto buon anno.

  3. @ Damiano:
    Qualche giorno fa un saggio scrittore mi ha detto: siamo abituati a identificare l’editoria con la produzione di testi scritti. In realtà questi pre-esistono a quella e continueranno a esistere anche quando l’editoria in futuro, inevitabilmente, scomparirà.
    Ecco, penso si possa giungere a conclusioni analoghe sulla futura scomparsa delle librerie.
    Intanto, buon anno anche a te.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...