Dracula contro Harker

harker-and-dracula

Qualche giorno fa ho rivisto Bram Stoker’s Dracula di Francis Ford Coppola e mi è tornata in mente una cosa che penso sempre ogni volta che incappo nella storia di Dracula – e che non c’entra niente con Bram Stoker (di cui tra l’altro è appena tramontato il centenario della morte senza particolari clamori o riedizioni in cofanetto deluxe dell’opera completa) ma c’entra invece con Franz Kafka.

Perché Kafka sia fondamentale nella storia della letteratura del Novecento lo ha spiegato definitivamente bene Milan Kundera nel suo I testamenti traditi e ancor di più – forse – in quel passaggio della raccolta di saggi Il sipario in cui viene analizzata l’invasione burocratica che ordisce Kafka ai danni degli idilliaci villaggi biedermeier narrati da Stifter.

Ecco ogni volta che ho a che fare con la storia di Dracula penso sempre a come l’avrebbe raccontata Kafka e sono certo che nell’immaginario Franz Kafka’s Dracula il mostro sarebbe stato il solerte avvocato Jonathan Harker. Il Dracula di Kafka sarebbe la storia di un vampiro innamorato nella cui romantica solitudine irrompe di colpo l’orrore delle carte bollate e degli atti immobiliari.

dracula-spaventato

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...