La domenica elementare / 2. L’atomo cattolico

atom-structure

Da “Che cosa credo” di Jean Guitton (Bompiani, traduzione di Marta Spranzi)

Il cattolicesimo sembra meritare bene il suo nome di “universale”. Paul Valéry, il negatore così cattolico, diceva giustamente: «Ciò che è universale può essere originale quanto vuole, e potrebbe anche essere falso, irriducibile, eretico a volontà; dovrebbe solo cessare di essere universale, chiudere un occhio.»

Quando si esaminano le diverse condanne che nel corso del tempo i Concili hanno promulgato contro quei modi parziali di vedere, di destra o di sinistra, ci si rende conto di quanto sia ammirevole il loro disegno. Spesso le formule dei dogmi sono negative: ci dicono quello che il Cristo non è, quello che la Chiesa non è. Ma la negazione ci dà il contorno del mistero, insondabile se considerato in se stesso. Potremmo dire che la verità, definita tramite la negazione di ciò che è il contrario di essa, è il luogo segreto in cui si sposano e si neutralizzano gli errori. «Se io ti contraddico,» diceva sant’Agostino «è per aiutarti a possedere la totalità.» Tibi contradico ut totum possideas.

L’atomo cattolico trattiene i suoi elettroni nelle loro orbite. Non vengono disintegrati ma resistono al bombardamento dei neutroni che potrebbero farli passare su orbite che non sono le loro.

È per questo che il cattolicesimo esige così tanto pensiero. Per questo obbliga a una mobilitazione, uno sforzo, una finezza dell’intelligenza così grandi. Bisogna sempre andare dal tutto al tutto, passando attraverso verità parziali e parti disgiunte per poi riportare queste parti verso il centro, a quel cuore semplice che è il loro luogo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...