American Gods, o dell’intimismo epico

american-gods-hbo-neil-gaiman

Tra le molte riletture che sto facendo quest’anno c’è anche American Gods di Neil Gaiman, autore che avevo conosciuto tanti anni fa attraverso le mitiche (in tutti i sensi) storie a fumetti di Sandman e che avevo poi ritrovato nell’insuperabile Buona apocalisse a tutti! scritto a quattro mani con Terry Pratchett.

American Gods è il classico esempio di romanzo che ha nei potenziali punti deboli i suoi punti di forza: l’idea della trama è di portata epica: uno scontro tra vecchi e nuovi dei, una guerra che trascende il piano terreno. Ebbene, a partire da questo, Gaiman scrive un romanzo-fiume paradossalmente quasi intimista. Tutto ruota infatti intorno alla figura dell’ex-carcerato Shadow, un uomo qualunque (più o meno… ma non voglio spoilerare) che si ritrova coinvolto nello scontro tra titani. Per quanto possa sembrare strano, nelle oltre 500 pagine di questo romanzo pieno di potenzialità fantastiche accade assai poco. I tempi della narrazione sono dilatati, l’azione è ridotta al minimo indispensabile.

A un certo punto Shadow raggiunge una cittadina dove dovrà trascorrere alcuni giorni in attesa. Ci sono pagine e pagine dedicate alla descrizione dei giri che fa per rifarsi il guardaroba (la città è molto fredda), rifornire la dispensa, conoscere i vicini. Pagine che sembrerebbero piatte in un romanzo minimalista e che sono semplicemente inconcepibili in un romanzo fanta-epico-bellico. Ebbene, non ci crederete, ma sono pagine bellissime, che si leggono con grande piacere.

Sono cose come queste che fanno la differenza tra uno scrittore di mestiere e un mestierante della scrittura.

2 pensieri su “American Gods, o dell’intimismo epico

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...