Le singolari persone di Carvelli

In Italia si legge poca poesia e io contribuisco al fenomeno. Mi capita raramente di aver voglia di leggere una raccolta di versi, anche quando mi viene consigliata da persone di cui mi fido. Spesso un verso incontrato per caso, magari in esergo a un testo di narrativa o twittato da qualcuno, mi accende la curiosità […]

Read More Le singolari persone di Carvelli

Che cosa succede davvero in una scuola di scrittura e narrazione: editing di un racconto

Copio e incollo da Vibrisse questo post di Giulio Mozzi: Come ho già fatto qualche tempo fa con un racconto di Mimmo De Musso, As an old memoria, ho pubblicato nel sito della Bottega di narrazione la “cronaca” della lavorazione di un bel racconto, Gero, di Simonetta Viterbi, “apprendista” presso la Bottega di quest’anno. Nell’articolo […]

Read More Che cosa succede davvero in una scuola di scrittura e narrazione: editing di un racconto

Un salto mortale finito nel vuoto

L’8 maggio del 2008 moriva Luigi Malerba e io lo ricordavo con un breve articolo sul blog dei Libri in testa. Domani I Libri In Testa dedicheranno la loro serata a un romanzo di questo scrittore: «Salto mortale». Nell’articoletto di sei anni fa immaginavo che, come spesso accade dopo la scomparsa di un autore, i libri […]

Read More Un salto mortale finito nel vuoto

La vera domanda non è «A cosa servono le scuole di scrittura?» ma «Cosa succede in una scuola di scrittura?». Ecco un esempio.

Copio e incollo da Vibrisse l’ultimo post di Giulio Mozzi: Curiosamente, la domanda “Ma servono davvero i corsi di scrittura?” è molto più frequente di quella, secondo me più interessante, “Ma che cosa diavolo si fa, nei corsi di scrittura?”. Perciò, quando posso, sono felice di pubblicare materiali che testimonino ciò che accade (di tante […]

Read More La vera domanda non è «A cosa servono le scuole di scrittura?» ma «Cosa succede in una scuola di scrittura?». Ecco un esempio.

Diverse specie di alberi musicali

Gli elenchi sono sempre affascinanti, c’è tutta una letteratura in merito. Nel caso delle discografie c’è un elemento di curiosità in più. Perché quelle mute liste di titoli nascondono mondi di suoni da scoprire. Spesso gli artisti cambiano genere nel corso della loro carriera, ma finché non ascoltiamo davvero ciò che hanno composto possiamo solo […]

Read More Diverse specie di alberi musicali

Tra catacombe e carciofaie

Con Federico e Serena guardiamo una carciofaia che incornicia la vista della Portuense e della Roma-Fiumicino. Ci muoviamo nel sabato un po’ freddo del piccolo quartiere con i suoi punti di riferimento comandati: il bar, le pizzerie, ristoranti nati su resti di antichità romane. Qualche settimana fa ho fatto da cicerone a Roberto Carvelli nel quartiere di […]

Read More Tra catacombe e carciofaie

Da cuore di pietra a cuore di carne

I Piccoli Maestri hanno deciso di proporre una presentazione per ognuno dei piccoli grandi libri che fanno parte del progetto. Una sorta di “promo” che possa guidare docenti e studenti nella scelta. Comincio io con uno dei due testi da me proposti (l’altro è, ovviamente, Aspettando Godot di Samuel Beckett): Canto di Natale di Charles Dickens: Sciocchezze! Nient’altro […]

Read More Da cuore di pietra a cuore di carne

Addio alla parola

Quando ho letto la notizia della scelta di Philip Roth di non scrivere più ho pensato (e immagino di non essere stato il solo) a quanto una simile decisione abbia un senso diverso se a compierla sia un autore famosissimo al termine della carriera o uno  scrittore sconosciuto. Riflessioni confuse che per un po’ hanno […]

Read More Addio alla parola