Le singolari persone di Carvelli

In Italia si legge poca poesia e io contribuisco al fenomeno. Mi capita raramente di aver voglia di leggere una raccolta di versi, anche quando mi viene consigliata da persone di cui mi fido. Spesso un verso incontrato per caso, magari in esergo a un testo di narrativa o twittato da qualcuno, mi accende la curiosità […]

Read More Le singolari persone di Carvelli

Una lunga estate Gadda

Non so se si possa parlare di stagionalità degli scrittori, ma sono abbastanza certo di non aver mai letto una riga di Gadda al di fuori dell’estate. Per me Gadda è leggibile solo in quelle surreali ore postprandiali infilzate dal sole o in quelle notti passate tra il ronzio del condizionatore e quello delle zanzare. […]

Read More Una lunga estate Gadda

22/11/’63

Ho letto 22/11/’63 di Stephen King perché mi interessa l’argomento e alla fine mi sono reso conto che l’assassinio di JFK, benché al centro del vortice narrativo, resta un elemento minoritario del romanzo. Da lettore appassionato al tema la cosa mi ha un po’ deluso, da scrittore sono rimasto ammirato: non saprei spiegare meglio perché, ma mi ha […]

Read More 22/11/’63

Il lettore compassionevole

Ci sono pensieri che si camuffano da pensieri qualunque, ti attraversano la testa indisturbati e  solo in seguito, forse, capisci che segnano tappe importanti della tua vita. Qualche tempo fa ho visto Control, il film dedicato alla breve vita del leader dei Joy Division, e per la prima volta all’idea del suicidio di Ian Curtis […]

Read More Il lettore compassionevole

Che cosa succede davvero in una scuola di scrittura e narrazione: editing di un racconto

Copio e incollo da Vibrisse questo post di Giulio Mozzi: Come ho già fatto qualche tempo fa con un racconto di Mimmo De Musso, As an old memoria, ho pubblicato nel sito della Bottega di narrazione la “cronaca” della lavorazione di un bel racconto, Gero, di Simonetta Viterbi, “apprendista” presso la Bottega di quest’anno. Nell’articolo […]

Read More Che cosa succede davvero in una scuola di scrittura e narrazione: editing di un racconto

Piccoli Maestri a Libri Come 2014

I Piccoli Maestri parteciperanno all’edizione 2014 di Libri Come (il mio intervento in particolare si terrà mercoledì 12, quando racconterò ad alcuni studenti delle scuole superiori Il castello di Franz Kafka). Nel frattempo, Pierfrancesco Matarazzo ha scritto un articolo per il blog Sul Romanzo riportando alcune mie dichiarazioni sull’esperienza con i Piccoli Maestri.

Read More Piccoli Maestri a Libri Come 2014

Un salto mortale finito nel vuoto

L’8 maggio del 2008 moriva Luigi Malerba e io lo ricordavo con un breve articolo sul blog dei Libri in testa. Domani I Libri In Testa dedicheranno la loro serata a un romanzo di questo scrittore: «Salto mortale». Nell’articoletto di sei anni fa immaginavo che, come spesso accade dopo la scomparsa di un autore, i libri […]

Read More Un salto mortale finito nel vuoto

La vera domanda non è «A cosa servono le scuole di scrittura?» ma «Cosa succede in una scuola di scrittura?». Ecco un esempio.

Copio e incollo da Vibrisse l’ultimo post di Giulio Mozzi: Curiosamente, la domanda “Ma servono davvero i corsi di scrittura?” è molto più frequente di quella, secondo me più interessante, “Ma che cosa diavolo si fa, nei corsi di scrittura?”. Perciò, quando posso, sono felice di pubblicare materiali che testimonino ciò che accade (di tante […]

Read More La vera domanda non è «A cosa servono le scuole di scrittura?» ma «Cosa succede in una scuola di scrittura?». Ecco un esempio.