Scrittura a scarsa visibilità

Immaginate un vasto territorio sul quale costruire qualcosa: case, monumenti, strade. Vi serve una visione dall’alto, perché volete rendervi conto di come è fatto il terreno. È pianeggiante o montuoso? Ci sono corsi d’acqua? È circondato dal mare? E così via. C’è però un problema: l’unica foto aerea a vostra disposizione è stata scattata da sopra le […]

Read More Scrittura a scarsa visibilità

Addio alla parola

Quando ho letto la notizia della scelta di Philip Roth di non scrivere più ho pensato (e immagino di non essere stato il solo) a quanto una simile decisione abbia un senso diverso se a compierla sia un autore famosissimo al termine della carriera o uno  scrittore sconosciuto. Riflessioni confuse che per un po’ hanno […]

Read More Addio alla parola

Un’ottima ragione per farlo

In questi giorni sto ascoltando spesso il primo e unico album solista di Mark Hollis, un lavoro di una quindicina di anni fa. Intitolato semplicemente come il suo autore, Mark Hollis è uno di quei dischi il cui valore si manifesta a scoppio ritardato. Al primo ascolto è proprio come ne hai sempre sentito parlare: un […]

Read More Un’ottima ragione per farlo

Fear of writing

Da qualche mese sto lavorando a un nuovo romanzo. Stavolta, molto più che in passato, sono impegnato in lunghi appostamenti: ore e ore passate pensando a come questo romanzo dovrà essere anziché impiegate per scrivere (già sappiamo, del resto, che ci sono sempre ottime scuse per non mettersi a scrivere). Rimando sempre il confronto con […]

Read More Fear of writing